lenti a contatto per ipermetropi
Lenti a contatto 27.05.2019

Ipermetropia: come correggerla con le lenti a contatto

Le lenti a contatto sono una valida alternativa agli occhiali per la correzione di gran parte dei difetti della vista. Tra questi c’è anche l’ipermetropia: vediamo quindi quali lenti si utilizzano per questa patologia.

Che cos’è l’ipermetropia

L’ipermetropia è un difetto oculistico che causa in chi ne è interessato una visione sfocata da vicino. Questo perché le immagini degli oggetti, anziché arrivare correttamente sulla retina dell’occhio vengono messe a fuoco in una zona dietro di essa. Di solito gli ipermetropi vedono invece bene da lontano, ma in alcuni casi particolarmente gravi risulta difficile mettere a fuoco anche a distanze grandi o intermedie. I disagi causati dall’ipermetropia sono numerosi e riguardano tante attività che si svolgono quotidianamente, come leggere o scrivere. L’ipermetropia può causare inoltre affaticamento visivo e stanchezza. Questo difetto della vista è causato, nella maggior parte dei casi, da un bulbo oculare troppo corto oppure da un’insufficiente curvatura della cornea. Di solito fino a circa 40 anni, quando l’anomalia non è particolarmente grave, l’occhio riesce da solo a correggerla attraverso quello che viene definito “meccanismo di accomodazione” grazie al quale la visione, anche da vicino, risulta comunque nitida. Superata questa età il meccanismo di accomodazione, nella gran parte dei casi, non risulta più efficace e quindi si rende necessario intervenire attraverso un dispositivo correttivo: occhiali da vista o lenti a contatto.

Lenti a contatto per ipermetropi

Per correggere l’ipermetropia vengono utilizzate delle comuni lenti a contatto sferiche. Queste lenti svolgono la funzione di far arrivare la luce sulla retina in modo corretto, regolando nel modo giusto la direzione. Si tratta di lenti positive che sono più spesse ai bordi e più sottili al centro. Il tipo di correzione deve essere indicato da un oculista in seguito a un’apposita visita e nella scelta della lente è bene essere guidati da un ottico o contattologo. In base alle esigenze e allo stile di vita di ciascuno è possibile scegliere tra lenti giornaliere, quindicinali o mensili.