Lenti a contatto in spiaggia
Lenti a contatto 10.08.2019

Lenti a contatto in spiaggia: sì o no?

In estate chi soffre di difetti alla vista si trova spesso alle prese con un interrogativo: è opportuno indossare le lenti a contatto per andare in spiaggia? La nostra risposta è certamente sì, le lenti sono molto comode e danno maggiore libertà degli occhiali per godersi il mare e le attività – anche sportive – che si praticano di solito proprio sulla spiaggia. Fondamentale è tuttavia fare attenzione ad alcuni aspetti particolari.

Lenti a contatto in spiaggia: come usarle

Se si intende indossare le lenti a contatto in spiaggia è bene stare attenti al modo in cui queste si utilizzano. Il sole, il caldo, la sabbia e la salsedine possono infatti danneggiare questi dispositivi o irritare l’occhio. Pertanto è bene fare molta attenzione ed evitare di sfregarsi gli occhi con le mani bagnate o sporche di sabbia o di crema solare. Anche un’eccessiva esposizione al sole o al vento possono essere importanti fattori di rischio: per queste ragioni è bene anche evitare di addormentarsi in spiaggia se portiamo le lenti a contatto. Altro elemento a cui prestare attenzione è l’acqua del mare. In generale è bene evitare di immergersi con le lenti perché l’acqua del mare può portare virus e batteri che possono provocare infezioni. Se invece intendiamo fare il bagno, allora è consigliabile utilizzare degli occhialini o delle maschere da immersione, in modo da proteggere il più possibile l’occhio dal contatto con l’acqua, e gettare, a fine giornata, le lenti che abbiamo utilizzato. Prima di rimuovere le lenti, dopo essere stati in acqua, è bene attendere dai 15 ai 30 minuti: l’umidità potrebbe provocare una maggiore aderenza della lente all’occhio e quindi generare fastidi o piccole lesioni. Questo non accade se, al momento della rimozione, l’occhio e quindi la lente sono già ben asciutti. Infine è buona norma portare con sé un paio di lenti di ricambio o un paio di occhiali “di emergenza”, meglio se da sole e graduati.

Lenti a contatto in spiaggia: quali scegliere

Uno dei principali problemi legati al fatto di utilizzare le lenti a contatto anche per la spiaggia è il rischio della disidratazione: il caldo e il sole, insieme ad altri elementi come il vento e la salsedine, possono causare infatti secchezza oculare e quindi disagi e fastidi a chi indossa le lenti. Per evitare che questo accada è fondamentale scegliere le lenti giuste. Innanzitutto per il mare è consigliabile scegliere lenti giornaliere che, essendo buttate a fine giornata, permettono di evitare il rischio di infezioni per una non adeguata pulizia delle stesse. È inoltre bene scegliere delle lenti morbide, con filtro protettivo UV e realizzate con materiale ad alto bilanciamento idrico. Per evitare la disidratazione dell’occhio è infine fondamentale applicare di tanto in tanto delle lacrime artificiali o degli appositi spray.