Lenti a contatto 22.03.2019

Lenti a contatto toriche: caratteristiche e utilizzo

Le lenti toriche sono particolari lenti a contatto utilizzate per correggere l’astigmatismo. Il loro avvento è stato molto importante per chi soffre di questo disturbo della vista perché in precedenza le alternative erano poche: gli occhiali oppure delle lenti a contatto rigide e considerate da molti anche abbastanza scomode. Vediamo quindi come funzionano le lenti toriche e come si utilizzano.

Lenti a contatto toriche: funzionamento

Le lenti a contatto toriche sono chiamate così per la loro particolare forma che è toroidale o, appunto, torica – simile a quella di una ciambella – e vengono utilizzate per correggere l’astigmatismo, un difetto della vista causato da una diversa conformazione della cornea o del cristallino. In particolare in caso di astigmatismo una di queste due componenti risulta non quasi perfettamente sferica, come dovrebbe, ma è invece curvata in modo irregolare, più ovalizzata: spesso viene paragonata alla forma delle due estremità di un pallone da rugby. Questo genera un’anomalia perché l’occhio riceve i raggi luminosi in modo irregolare e la vista risulta sfocata. Le lenti toriche, proprio grazie alla loro forma particolare, riescono ad adeguarsi a una superficie oculare che ha la conformazione tipica dell’astigmatismo e quindi a correggere questa ametropia.

Lenti toriche: come si utilizzano

Il fatto che abbiano una forma particolare non significa che le lenti toriche vadano anche utilizzate diversamente rispetto alle altri lenti a contatto. L’applicazione va eseguita quindi nello stesso modo e le lenti si posizionano correttamente da sole, sbattendo se necessario delicatamente le palpebre. Anche il meccanismo di rimozione è identico a quello delle comuni lenti a contatto ed è fondamentale, prima di compiere entrambe le operazioni, lavare accuratamente le mani. Le lenti toriche non presentano particolarità nemmeno per quanto riguarda la manutenzione e la pulizia.

Tutte le tipologie di lenti a contatto toriche

Esistono diverse tipologie di lenti a contatto toriche. Queste si distinguono infatti innanzitutto in base al tempo di utilizzo: esistono quindi le giornaliere oppure quelle che hanno una durata più lunga, di solito quindicinale o mensile. Nella maggior parte dei casi l’astigmatismo è associato ad altri disturbi della vista, in particolare miopia, ipermetropia o presbiopia: in questo caso per correggere i diversi difetti vengono utilizzate lenti toriche multifocali. Esistono poi le lenti toriche colorate che possono servire per correggere il daltonismo, e quindi per garantire a chi le indossa una corretta percezione dei colori, oppure che vengono impiegate a fini meramente estetici e quindi per alterare il colore dell’iride.

Le lenti toriche, come tutte le lenti a contatto, vanno scelte e applicate solo dopo il consulto di un oculista e affidandosi alla consulenza di un ottico di fiducia anche per ricevere guida e supporto per la prima applicazione delle lenti a contatto.