come scegliere occhiali da vista
Occhiali da vista 03.12.2018

Occhiali da vista: come scegliere quelli giusti

I vecchi occhiali sono andati persi o si sono rotti oppure semplicemente ci hanno stufato, o magari siamo al nostro primo paio perché l’oculista ci ha appena diagnosticato un difetto o una patologia: eccoci dunque a dover scegliere gli occhiali da vista. Un’operazione che può rivelarsi particolarmente ardua: spesso sembra che nessun occhiale sia quello che fa per noi, non riusciamo proprio a farci piacere nemmeno un modello e continuiamo a provare stili e montature diverse, finendo spesso per uscire dal negozio ancora pieni di dubbi e poco soddisfatti della scelta fatta. Per evitare tutto questo basta sapere che anche dietro alla scelta felice di un occhiale da vista – ma anche di un occhiale da sole – c’è una sorta di scienza, da applicare per trovare facilmente il paio perfetto. Basta tenere in considerazione tutti i vari aspetti che vanno a incidere sull’effetto finale degli occhiali sul nostro volto: eccoveli svelati di seguito.

LA FORMA E LE DIMENSIONI DEL VISO

Assolutamente fondamentali da valutare per la scelta degli occhiali sono innanzitutto la forma e le dimensioni del viso. E allora per il viso piccolo è bene scegliere occhiali piccoli o comunque proporzionati: diversamente si rischia di ottenere il cosiddetto “effetto mosca”.
Per un viso spigoloso o squadrato è di norma preferibile scegliere forme di occhiali più morbide e tondeggianti; al contrario se il viso è tondo una montatura squadrata farà probabilmente un effetto migliore. Se il viso e i lineamenti sono regolari e proporzionati allora potete osare con modelli più eccentrici e stravaganti, diversamente è il caso di optare per uno stile più sobrio. In generale va sempre ricercato un equilibrio e una compensazione tra viso e occhiale quindi per il volto allungato sono più adatte montature larghe e dalla forma morbida, per una faccia tonda meglio modelli squadrati e non troppo alti, per un volto di forma triangolare o detto anche “a cuore” sono perfetti degli occhiali a punta, quindi i cosiddetti “a gatto” o “farfalla”, mentre i fortunatissimi che hanno il famoso ovale perfetto possono variare molto nella scelta degli occhiali perché quasi tutti gli si adatteranno bene, anche se è da preferire una forma rettangolare con lenti di altezza media.

IL COLORE DELLA PELLE E DEI CAPELLI

Il colore, la texture o eventuali sfumature degli occhiali devono accostarsi bene con i colori che caratterizzano il nostro volto: pelle, ma anche i capelli. Se la carnagione e la chioma sono luminose e calde possiamo optare per montature con tonalità e fantasie più stravaganti come l’oro, il tartarugato o il leopardato, il verde o il viola. Se invece la pelle è particolarmente chiara e anche il colore dei capelli risulta freddo e “spento” meglio il nero, il blu, il rosso bordeaux, in generale colori più scuri e basici.

IL NASO

Molto importante è anche la posizione del ponte dell’occhiale rispetto al volto e in particolare al naso: se si ha un naso grande e soprattutto lungo lo si può coprire almeno in parte con un ponte basso, se si ha un naso piccolo e corto meglio un ponte alto che non lo faccia scomparire.

STILE E PERSONALITÀ

Gli occhiali da vista hanno un forte impatto sul nostro aspetto e vanno inoltre indossati ogni giorno pertanto è bene che siano in linea con il nostro stile e con la nostra personalità. Se siamo quindi soliti vestire in modo eccentrico possiamo osare anche nella scelta dell’occhiale, ma se normalmente optiamo per uno stile più semplice e sobrio un occhiale troppo stravagante potrebbe risultare inadeguato o finire per stancarci. Chi ha un guardaroba prevalentemente classico o elegante farà bene a scegliere una montatura che non stoni mentre se è uno stile casual o sportivo a caratterizzare prevalentemente i nostri abiti e accessori, allora anche il modello degli occhiali dovrà richiamare questa tendenza.